il blog| newsletter| rss investimenti immobiliari   Google+   facebook investimenti immobiliari   twitter investimenti immobiliari
home > blog > Perché Investire a Miami e Miami Beach?

Perché Investire a Miami e Miami Beach?

Desideriamo esporvi le ragioni che ci hanno spinto a presentarvi la possibilità di un investimento immobiliare diverso dal tradizionale acquisto di un appartamento vicino a casa.

Come tutti sappiamo, investire nel settore immobiliare in Italia ha un problema di base di difficile soluzione: come faccio ad affittare il mio appartamento e a liberarlo quando mi serve che sia libero o quando l'inquilino non paga?

L’altra considerazione riguarda invece la diversificazione dell’investimento: sono davvero certo che avere investimenti solo in area Euro sia la scelta più sicura?

Dispongo di denaro all’Estero e vorrei che fosse meglio investito.

A questi quesiti abbiamo dato una nostra risposta.


PERCHÉ SCEGLIERE UN INVESTIMENTO IMMOBILIARE?

Il mattone è davvero un bene reale? Con la fortissima crisi immobiliare che ha praticamente colpito tutto il Mondo, sembra che il termine Inglese per indicare il settore immobiliare, Real Estate, abbia perso quella connotazione di sicurezza che ha sempre avuto.
Ma la storia insegna che dopo ogni crisi, sia pure durissima, segue sempre una fase di espansione.
 Inoltre la ripresa porta sempre con sé l'inflazione e nel tempo il mattone ha sempre dimostrato di recuperare l'inflazione. 
La casa è e rimane una necessità in qualunque era tecnologica, non è una questione di moda. Oltretutto è un business praticabile a varie dimensioni di investimento. È meno sensibile di tanti altri alle economie di scala, ma si può fare in grande e in piccolo e - perché no?- si può anche crescere…


PERCHÉ INVESTIRE IN AMERICA (USA)?


a) L'area del Dollaro è una delle principali alternative a quella dell'Euro. Una forma di diversificazione sulla valuta. Per di più, il cambio Euro-Dollaro è ancora favorevole all'Euro.

b) A seguito della crisi economica globale e anche se negli Stati Uniti la ripresa è forte e sembra ormai stabile, i prezzi degli appartamenti non hanno ancora raggiunto i livelli pre-crisi, creando quindi per il potenziale acquirente un miglior rendimento e una possibile rivalutazione nel tempo.

c) Gli Stati Uniti sono un Paese di diritto che tutela fortemente la proprietà. Ecco perché è conveniente entrare ora in questo mercato, per noi Europei.


PERCHÉ INVESTIRE IN FLORIDA?

a) Al nome Florida associamo quasi all'istante un luogo dove l'inverno praticamente non esiste, rifugio privilegiato di Americani ed Europei attratti dagli spettacolari grattacieli di Miami, dallo storico Deco District di South Beach, dalla vita notturna e dalle favolose spiagge di Miami Beach. Ma non solo, infatti non bisogna dimenticare i palmizi delle isole Keys, i parchi di Disney World, Universal Studios e Sea World di Orlando, gli Everglades e tanto altro ancora.

b) La Florida, in particolare al sud, offre quanto di meglio dal punto di vista climatico. Infatti è uno Stato dal clima tropicale, dove lo Spagnolo è la prima lingua parlata. È in pratica l'unico Paese Caraibico con una qualità di vita Statunitense. Il che significa: sistema giuridico funzionante, una vivace economia, stabilità valutaria, un'efficiente sanità e un tasso di criminalità molto basso: un vero Eldorado per i Nordamericani in vacanza, per gli Europei in cerca di diversificazione e per i Sudamericani alla ricerca di un Paese dove mettere il proprio denaro a riparo.

c) La Florida non impone tasse statali sul reddito delle persone fisiche anche se derivante da aziende o da proprietà immobiliari. E questa situazione, unitamente al crescere delle attività che si svolgono “on-line” e quindi non necessitano di una location particolare, sta provocando lo spostamento dal nord al sud della Florida di molte imprese.

d) Inoltre, le recenti prime timide aperture fra Stati Uniti e Cuba fanno già intravedere un poderoso ulteriore sviluppo di Miami come ponte naturale verso “l’isola felice”.


PERCHÉ INVESTIRE A MIAMI E MIAMI BEACH?


a) Il mercato immobiliare di Miami rimane il primo negli Stati Uniti per acquisti a scopo di investimento, grazie alla forte presenza di non residenti, che rappresentano circa il 30% del totale.

b) Il mercato degli affitti rappresenta il 60% del totale di unità disponibili contro il 30% di media in USA. E il prezzo degli affitti continua a salire: nel 2015 l'incremento è stato dell’8.5% e la rendita immobiliare su un affitto annuo si aggira intorno al 3-5%, al netto di tasse e costi di gestione.

c) Miami è oggi la seconda città degli Stati Uniti (dopo New York) ad attirare gli investimenti immobiliari stranieri, in particolare da Europa e Sud America ed emerge fra le prime città al Mondo come importanza per i grandi investitori privati, davanti a Parigi, Ginevra e Dubai. Tutto ciò rende il mercato estremamente liquido.

d) Il progressivo incremento della percentuale di proprietari di case e l’arrivo di investitori dalla regione Asiatica rappresentano un forte impulso alla rivalutazione degli immobili residenziali a Miami ed in particolare a Miami Beach, dove il valore degli immobili è in salita del 6% rispetto al 2014, era del 10% rispetto al 2013.

e) A Miami Beach non si è verificata una iper-produzione di appartamenti, anzi si è costruito davvero poco, per il semplice motivo che degli appezzamenti edificabili non ce n’erano e non ce ne sono più. E' un'isola.

f) Oltre a questo, gran parte di South Beach (SoBe) è considerata storica e quindi gli immobili non possono essere né demoliti né rialzati ma solo ristrutturati internamente per mantenere la caratteristica di queste palazzine di Tropical Art Deco.

g) A Miami Beach siamo nella mecca dello svago balneare, un concentrato di Riviera Romagnola, Versilia e Costa Azzurra in stile Americano: un luogo di assoluta tendenza e punto di riferimento per tutti i siti balneari del Mondo!

h) Miami Beach offre molteplici soluzioni immobiliari che spaziano dalla sfarzosa villa sull’acqua, al lussuoso condominio dotato di ogni comfort fino alla graziosa palazzina storica in stile Tropical Art Deco (1925-1945), senza rinunciare alle comodità di un appartamento ristrutturato secondo le esigenze attuali di funzionalità.

i) Miami Beach dista soli quindici minuti dall'Aeroporto Internazionale di Miami e dieci dal Porto di Miami, il più grande scalo marittimo passeggeri degli USA.